Ti trovi qui:home-Novità & Promozioni-Camion elettrici

Camion elettrici e sostenibilità ambientale: una scommessa che ci riguarda tutti.

Pubblicato in Novità e promozioni

I trattati di Parigi pongono degli obiettivi importanti: ridurre l'emissione di CO2 nell'aria. Molti produttori, tra cui Volvo Trucks, sono in prima linea per dare il proprio contributo attraverso la produzione di camion elettrici. Non una scelta volontaristica, ma un must a cui tutti, presto o tardi, dovranno adeguarsi. La sostenibilità ambientale, qualunque sia la ragione per cui la si persegue, sarà sempre più al centro delle preoccupazioni di aziende e nazioni: chi resterà indietro, inevitabilmente sarà destinato a perdere consenso.

Cambiamento climatico e CO2

Si sa che questo vecchio, pazzo pazzo mondo di problemi da risolvere ne ha non pochi. Tra questi uno dei più scottanti è il surriscaldamento della terra, certamente dovuto a molteplici fattori non tutti causati dall'uomo. Ma di responsabilità ne abbiamo da vendere e trovare soluzioni sostenibili è un compito ineludibile di governi, aziende, cittadini.

Il cambiamento climatico, lo sappiamo, ha certamente a che vedere con una produzione di CO2 senza precedenti nella storia. Ad emetterla non sono solo i veicoli leggeri e pesanti, ma già operare verso una riduzione del loro contributo è un ottimo punto di partenza per tutto il settore.

Le normative a riguardo nel tempo si faranno più stringenti per cui già adesso muoversi in questa direzione è una soluzione premiante: sia dal punto di vista ambientale (e dunque socio culturale) che di business. Già oggi, e non da pochissimi anni, è interdetto l'ingresso in alcune città a determinati veicoli.

I maggiori benefici di un mezzo elettrico?

Le questioni da considerare sono diverse e come spesso accade, finiscono per intrecciarsi tra loro. La riduzione di CO2 è il primo, fondamentale vantaggio che salta all'occhio. E con l'eliminazione del motore a scoppio abbiamo un secondo, fondamentale, punto di forza: l'abbassamento dell'inquinamento acustico. La silenziosità di questi veicoli rispetto a quelli diesel non è comparabile e in centri abitati, spesso muniti di regolamenti ferrei quanto ad inquinamento acustico, questo fattore risulterà sicuramente vincente.

Non solo. Data la silenziosità dei mezzi pesanti potranno modificarsi anche le modalità di lavoro: in assenza di rumore e di gas tossici prodotti dal tubo di scappamento, l'accesso alle aree urbane potrà avvenire in orari oggi impensabili: ad esempio di notte. Riformulare dunque la logistica nel suo complesso potrebbe tradursi in un beneficio tanto per i conducenti, che avrebbero a che fare con strade certamente meno congestionate, quanto per le aziende che riuscirebbero ad ottimizzare tutta una serie di mansioni legate al carico scarico delle merci. Senza contare la possibilità di accedere a zone, sempre più diffuse in un prossimo futuro, rigorosamente vietate ai veicoli diesel.

La ricarica delle batterie sarà sempre più diffusa

Ad oggi quello che manca è una catena diffusa del rifornimento. Una batteria, colme quelle del cellulare, ha una sua durata oltre la quale semplicemente non funziona. È necessario dunque provvedere ad una rete di luoghi idonei alla ricarica molto più ampia di quanto non sia oggi (del resto siamo solo all'inizio). Attualmente, fatte salve certe condizioni ambientali, tra cui vanno annoverate la tipologia del percorso e le caratteristiche di guida del conducente, un mezzo elettrico può arrivare a percorrere fino a 300 km, non poco. Il rifornimento avviene generalmente in azienda e il tragitto del camion viene studiato a tavolino per garantire la massima efficienza del mezzo.

Quando però sarà possibile, senza chissà quali variazioni dal proprio percorso, un rifornimento in itinere, cosa di per sé comunque inevitabile, la situazione cambierà. E la resa di una camion elettrico, in termini di lunga percorrenza, potrà certamente essere equiparata a quella di un attuale diesel.

Per saperne di più date un occhio qui!

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Cosa stai cercando?

A1 ABS Adesivi Alimentazione del camionista Allineamento assali antifurto Antijammer Autocarri Autostrda del Sole autotrasportatori Baldacchino Camion Camion elettrici camionista Camionisti carico/scarico merci carico scarico Carrozzeria Daf Carrozzeria veicoli industriali Daf Carrozzeria veicoli industriali Volvo Carrozzeria Volvo CB Citizen Band CMR Codice della Strada Contratti di manutenzione Contratti di manutenzione Daf Contratti di manutenzione Volvo Contratto di manutenzione Volvo 5+ corona virus corso di formazione sicurezza del carico corso di formazione Volvo Corso di guida economica corso guida economica CQC cronotachigrafo DAF Diagnostica mezzi pesanti Distance Alert Dynafleet Eco Driving Flli Garbin Daf Flli Garbin Volvo Formazione Frejus Freno d'emergenza Funzionamento sterzo gasolio GPS Gran Sasso guida economica Igiene impatto ambientale Incidenti Mangiare per noia Manutenzione Manutenzione veicolo meccanico Meeting AllLinea 2018 Mezzi pesanti Monte Bianco Nutrirsi in modo sano Officina autorizzata DAF Officina autorizzata VOLVO Officina Flli Garbin Officina riparazione camion quarto d'altino ore di guida Osservatorio nazionale sui furti e le rapine in danno degli autotrasportatori Patente C Privacy & Cookies Problemi del camionista Pulizia camion Rete viaria Revisioni ministeriali in sede Ricambi Daf Ricambi Volvo Risparmio e sicurezza RIVISTA DEL CONCESSIONARIO DAF sicurezza Sicurezza stradale sicurezza su strada Sistemi ADAS Sistemi di sicurezza software sosta tachigrafo tecnici specializzati Tir Traffico merci Trafori autostradali Trasporto merci trasporto sostenibile TRP trucks Vendita ADBLUE Vita on the road Volvo Volvo FH Volvo Trucks Volvo Trucks Driver Specialist Challenge 2019